Home / News / Comunicati Stampa / “Slime” per bimbi cancerogeno, il Ministero della Salute ordina il ritiro dal commercio. Lotti e marchi pericolosi.

“Slime” per bimbi cancerogeno, il Ministero della Salute ordina il ritiro dal commercio. Lotti e marchi pericolosi.

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro dal commercio di un particolare tipo di Slime, una gelatina venduta come gioco per bambini, pericoloso per la salute e ritenuto tossico.
Lo rende noto in un comunicato il dicastero, con la segnalazione del 13 giugno pubblicata sul sito.

Il provvedimento è legato alla tossicità della gelatina del prodotto denominato “Barrel-o-slime every noise putty” a marca Every S.r.l. nella quale è stata riscontrata presenza di Boro e Cromo VI superiore ai limiti previsti dalla UNI EN 71-3 Cat. II.
Questo secondo il test report effettuato presso laboratorio certificato MTC intercert su richiesta dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli-Ufficio delle Dogane Milano 3.
I periti hanno evidenziato che il prodotto è a “rischio chimico/cancerogeno”.
Gli importatori di questa marca di slime, che è fabbricato in Cina, sono stati denunciati come anche i responsabili della commercializzazione e della distribuzione sul territorio italiano.
Le spese per il ritiro e la distruzione della gelatina saranno a carico delle ditte interessate. Per quanto riguarda i barattoli già acquistati, il ministero della Salute ha previsto che “si provveda al richiamo avvisando inoltre i consumatori sul grave rischio connesso all’uso mediante cartellonistica o altri metodi ritenuti efficaci”.

I barattoli a cui fare attenzione, secondo quanto riportato dal ministero della Salute, sono di varia forma e colore, con riportati in etichetta il codice a barre, il numero di lotto e il riferimento dell’importatore.
I codici dei prodotti a cui fare attenzione:

Codice a barre 94199019090 07 (codice AZ900);
Codice a barre 94199019090 14(codice AZ901);
Codice a barre 9419901 9900 05 (codice AZ900P);
Codice a barre 94199019090 21 (codice AZ902).

La sostanza, poiché può essere maneggiata a lungo dai bambini, può sprigionare sostanze pericolose che possono provocare allergie e problemi alle vie respiratorie. Inoltre, il prodotto si può rompere in piccoli pezzi facili da ingerire o introdurre nel naso comportando il pericolo di gravi danni alle vie respiratorie in quanto la rimozione della gelatina è molto difficoltosa perché non è afferrabile con pinze o uncini ed è radio trasparente.

ANCHE IN FRANCIA E’ FINITO SOTTO ACCUSA
Lo slime fa male, indipendentemente dal fatto che sia cinese o meno. A puntare il dito contro la gelatina viscida, sono stati per primi i francesi, che avevano messo in guardia i genitori dei bambini, circa l’utilizzo di questa pasta appiccicosa e molto colorata: «Gli ingredienti utilizzati per la produzione contengono sostanze chimiche tossiche – avvertiva l’Anses, l’Agenzia nazionale per la sicurezza sanitaria francese, sottolineando inoltre – i rischi associati al contatto con prodotti tossici non destinati all’uso che poi realmente ne viene fatto». L’Anses ci tiene a precisare anche «Diversi casi di danni alla pelle legati alla produzione e alla gestione dello slime fatto in casa. La colla liquida per la carta che entra nella loro composizione contiene conservanti, in particolare cessori di formaldeide o isotiazolinoni, sostanze allergeniche che possono anche essere responsabili di irritazione delle vie respiratorie».

Insomma, indipendentemente dalla presenza o meno di sostanze cancerogene al loro interno, gli slime appaiono molto dannosi alla salute, meglio spiegarlo ai bambini e farne decisamente a meno.

Check Also

basta compiti

Arrivato al Miur il decalogo “Regola Compiti” che determinerà come e quanti compiti a casa assegnare

  Arriva il decalogo “Regola compiti”, a cura del Dirigente Scolastico Maurizio Parodi e destinato ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

× Cerchi aiuto?

È possibile inviare un messaggio