Home / News / Campagne / Grande Fratello: la vittoria della TV spazzatura

Grande Fratello: la vittoria della TV spazzatura

Anche Mondoconsumatori si schiera per la chiusura immediata della trasmissione Grande Fratello che rappresenta il peggio della tv spazzatura in Italia o, come la chiamano i giovani, Trash.

Numerose sono le segnalazioni giunte al nostro call center di utenti che non vogliono più assistere a tale spettacolo: atteggiamenti aggressivi, volgari e violenti dei concorrenti di questa edizione.

Il Grande Fratello non ha mai brillato per i suoi contenuti alti, ma qui si è toccato proprio il fondo: volgarità, violenze verbali, sessismo, bullismo, pure una squalifica anche se poi l’eliminato continua a comparire come ospite, litigate furiose, comportamenti scorretti e addirittura volgari da parte dei protagonisti, isterismi, ansie, panico, rabbia e tanto altro che giornalmente entra nelle case e nelle menti degli italiani.

Ma è importante considerare un aspetto ben più nefasto dei Reality Show, ovvero la diseducazione che trasmettono, in primis agli spettatori più giovani.
I bambini e gli adolescenti di quest’epoca sono mentalmente manipolati dai grandi produttori televisivi che inconsciamente li educano alla violenza, alla prevaricazione, alla cattiveria dell’uno verso l’altro, alla concorrenza persino tra i banchi di scuola, e non dimentichiamo l’educazione sessuale che trasmettono, agli adulti come ai minori narcotizzati da una sessualità malata, per certi versi disgustosa fino al vomitevole.

Anche gli sponsor non sembrano apprezzare lo spettacolo e molti marchi hanno ritirato la sponsorizzazione: uno degli effetti visibili è che ora i concorrenti bevono l’acqua in anonime brocche piuttosto che quella firmata in bottiglietta.
Sono spariti gli insaccati, i costumi da bagno che venivano indossati sotto la doccia, gli shampoo, i prodotti di make-up e perfino la console dei videogiochi.

Nei comunicati con i quali le varie aziende hanno annunciato la decisione di ritirare i propri prodotti si legge …”dissociandosi «dagli eventi e dai messaggi negativi comunicati attraverso il comportamento di alcuni concorrenti» e «dai gravi atti di bullismo e mancanza di rispetto nei confronti delle donne», perché «rimanere immobili e silenti di fronte a tali gesti alimenterebbe l’ indifferenza nella quale si perpetrano determinati comportamenti insani».

E cresce ancor di più l’indignazione dei telespettatori mentre vengono svelati i cachet dei concorrenti, che si aggirerebbero sui 1500 euro a settimana per i non famosi e ancora di più per quelli con un minimo di notorietà: una protesta diventata virale.

Per qualsiasi segnalazione vi ricordiamo la nostra email: sos@confederconsumatori.it

Check Also

stefano lazzarini

UN ALTRO GRANDE UOMO VOLATO IN CIELO… E CI LASCIA CON UN VUOTO INCOLMABILE

Cari amici, siamo profondamente addolorati dalla notizia della scomparsa del nostro carissimo amico Stefano Lazzarini, ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

× Cerchi aiuto?

È possibile inviare un messaggio