Home / News / Comunicati Stampa / Google Earth fa prova piena per stanare gli abusi edilizi

Google Earth fa prova piena per stanare gli abusi edilizi

Con la sentenza 1604/2018, il TAR Calabria ha affermato che i fotogrammi del programma Google Earth costituiscono prove documentali pienamente utilizzabili anche in sede penale.

Attraverso lo strumento è stato possibile scoprire che le opere edilizie abusive erano state realizzate dopo la domanda di sanatoria edilizia. Quanto dichiarato nel progetto era quindi falso perché all’epoca della domanda l’edificio aveva una consistenza diversa.

Nel caso esaminato, il proprietario di un immobile aveva presentato domanda di condono edilizio ai sensi della Legge 47/1985.

Il Comune aveva rilasciato la concessione edilizia (oggi permesso di costruire) in sanatoria, ma l’aveva poi annullata dopo lo svolgimento di analisi successive, ordinando anche la demolizione delle opere realizzate.

Uno dei presupposti per ottenere il condono in base alla legge del 1985, hanno spiegato i giudici, era che l’opera fosse stata ultimata entro il 1° ottobre 1983. Dalle indagini, condotte anche con Google Earth era invece emerso che alcune opere erano state realizzate dopo il 2001.

Check Also

marshmallow

Ministero della Salute ritira Marshmallow: colorante E124 oltre i limiti

Il Ministero della Salute ha ordinato il ritiro dal mercato dei Marshmellow “Palla Rossa” del ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

× Cerchi aiuto?

È possibile inviare un messaggio